Rottami di bronzo

 rottami di bronzo

Il bronzo è commercialmente definito come una lega di rame e stagno, con un tenore di rame solitamente compreso fra il 78% e il 94%. Con l’aggiunta di altri elementi quali lo zinco, il piombo e il nichel, il tenore complessivo di rame può arrivare anche al 65% (bronzi speciali).


rottami vengono identificati da nomi commerciali differenti da nazione a nazione o da nomenclature standard internazionali, come quelle dell’ISRI (Institute of Scrap Recycling Industries).

Sul mercato del rottame è possibile trovare bronzo misto (con un minimo di stagno che va dal 2% al 5%), bronzo speciale, bronzo all’alluminio (cupralluminio) e bronzo al nichel (cupronichel).

I rottami si presentano in diversi formati quali le bricchette, i paccotti oppure sfusi. Possono essere imballati su bancali, in big bags o alla rinfusa.

Sul mercato italiano, ormai da anni, è un rottame metallico abbastanza difficile da reperire.

Nomi commerciali dei rottami di bronzo

La nomenclatura commerciale italiana è la seguente:

  • Industriale e meccanico
  • Misto RG5 (min. 5% Sn)
  • Misto RG2 (Min. 2% Sn)
  • Tornitura omogenea
  • Tornitura mista
  • Tornitura bronzo/alluminio

quotazioni rottame

VUOI SAPERE QUANTO VALE IL TUO ROTTAME?

 

REGISTRATI SU MERCADOR24 E PUBBLICA IL TUO ANNUNCIO GRATUITAMENTE E IN FORMA ANONIMA