Rottami di ferro

rottami di ferro

rottami di ferro sono identificati da nomi commerciali differenti da nazione a nazione o da nomenclature standard internazionali, come quelle dell’ISRI (Institute of Scrap Recycling Industries).


I rottami di ferro hanno fatto la storia delle più importanti e antiche aziende operanti nel settore del riciclo in Italia, che affondano spesso le loro radici ai tempi della fine della Seconda Guerra Mondiale, quando l’esercito americano lasciò in Europa delle montagne di rottami di ferro di materiale bellico.

La storia di tutta la siderurgia italiana affonda le sue origini proprio nei rottami di ferro, come quando, appena terminata la Seconda Guerra Mondiale, vennero utilizzati da piccoli stabilimenti dislocati a Brescia, per fonderli nei forni elettrici ad arco. Fenomeno che fece nascere le cosiddette mini-acciaierie, fabbriche che inizialmente producevano soltanto prodotti in barre, ma che si espansero alla produzione di piatti e pesanti, unprima di allora dominio esclusivo dei grandi gruppi industriali integrati.

A differenza dei rottami non ferrosi, i ferrosi hanno il grande vantaggio vantaggio di essere magnetici, cosa che consente una movimentazione, selezione e pulizia con macchinari che hanno bassi costi rispetto ai rendimenti.

Nomi commerciali dei rottami di ferro

Nomenclatura commerciale italiana è la seguente:

  • tornitura
  • lamierino nuovo
  • lamierino palabile
  • lamierino stagnato
  • lamierino Zn/Sn
  • pesante pronto forno
  • demolizione pronto forno
  • raccolta pronto forno
  • pacchi da raccolta
  • pacchi da carrozzeria
  • leggero
  • ghisa

quotazioni rottame

VUOI SAPERE QUANTO VALE IL TUO ROTTAME?

 

REGISTRATI SU MERCADOR24 E PUBBLICA IL TUO ANNUNCIO GRATUITAMENTE E IN FORMA ANONIMA