Quando i prezzi dei rottami salgono sull’ottovolante

Quando i prezzi salgono sull'ottovolante - hedging di rottami

Sarò sincero, quando ho sentito parlare per la prima volta di future, hedging e coperture sui rottami, ho strabuzzato gli occhi e ho pensato “le solite stupidaggini delle banche e di tutti i malati di finanza che non sanno come trascorrere il loro tempo in ufficio!“.

Naturalmente, per cortesia, non dissi nulla di tutto ciò al mio interlocutore, che probabilmente aveva capito dalla mia faccia che il mio mondo da commerciante di rottame era distante anni luce da ciò che mi stava proponendo.

Ma le cose nella vita cambiano. Arriva la crisi, una scommesse sul metallo sbagliato nel momento sbagliato e, soprattutto, arrivano i capelli bianchi e la certezza che il mercato è irrimediabilmente cambiato.

Ebbene sì, dopo molti anni mi sono ricreduto e ho focalizzato con estrema chiarezza una cosa che fino o ieri non mi era così drammaticamente chiara: commerciare fisicamente rottami metallici è un business maledettamente rischioso!

Nel nuovo mercato globale i guadagni sono diventati più sottili di una fetta di prosciutto di Parma, mentre i prezzi cambiano così violentemente da far sembrare l’ottovolante una giostra per bambini. L’aumento della complessità dei mercati e la dipendenza dei prezzi da eventi imprevedibili, ha reso la previsione dei prezzi dei metalli, rottami compresi, sempre più difficile.

Per tutti questi motivi, chi fa commercio fisico di rottami corre sempre grossi rischi a fronte di guadagni assai limitati. E prima o poi qualcuno cade preda della volatilità del mercato.

Per fortuna, le cosiddette coperture sul rottame (o hedging di rottami) arrivano in soccorso. Una copertura aiuta a bloccare i margini di guadagno derivanti dal commercio fisico, neutralizzando il rischio del prezzo. In tal modo fare commercio fisico di rottami diventa sostenibile.

Ma cosa è una copertura (hedging di rottami)?

In poche parole la copertura è il processo di compensazione del rischio del mercato fisico con una posizione opposta sul mercato dei futures. Si compra metallo fisico da una parte e si vende un contratto di carta dall’altra (oppure viceversa).

Le motivazioni principali per farlo sono due:

  • per bloccare un prezzo che si ritiene interessante;
  • per fissare il proprio margine di profitto.

Guardando la stessa cosa dal punto di vista del rischio, l’obiettivo di una copertura può essere visto in due modi:

  • Ridurre la volatilità di fondo dei flussi di cassa;
  • Minimizzare la probabilità di grandi perdite.

Sembra tutto perfetto in teoria. Ma come si opera nel concreto? Come si fa hedging di rottami? Quale è l’impatto sulla gestione aziendale quotidiana?

Nel prossimo articolo vi spiegherò come fare operativamente una copertura, quando farla e con chi farla. Ebbene sì, per fare una copertura avete bisogno di un altro commerciante come voi, specializzato però nel comprare e vendere carta (futures) sul mercato di Londra.

Nel frattempo, chi volesse esser certo di non perdere il seguito o per fare domande sull’hedging di rottami, può inviarmi la sua email qui di seguito:


 ROTTAMI&RICICLO © ALL RIGHTS RESERVED


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *